giovedì 23 novembre, 2017

La TMS e le ossessioni – Stefano Pallanti

La puntata di oggi sarà incentrata su una tecnica terapeutica in grado di trattare diverse situazioni psicologicamente e neurologicamente cliniche. La tecnica in questione è la stimolazione magnetica transcranica, la cosiddetta TMS. Questa tecnica di neuromodulazione è una risorsa terapeutica molto importante, che va a sommarsi alla classica terapia psicofarmacologica che si effettua per le diverse affezioni neurologiche e psichiatriche. In questa specifica trasmissione parleremo di questa terapia in specifico riferimento al disturbo ossessivo-compulsivo, il cosiddetto DOC.
La neuromodulazione è un processo elettrofisiologico che interagisce con la normale attività di neurotrasmissione sensoriale del sistema nervoso centrale di un soggetto.
Molte malattie del sistema nervoso sono il risultato di uno scompenso tra agenti stressanti, che aggrediscono alcune strutture sulla base della vulnerabilità individuale, ciò può dipendere sia dalla predisposizione genetica,sia da fattori di neuroplasticità, ovvero la capacita’ del Sistema Nervoso Centrale di produrre nuove cellule e nuove connessioni. Gli stimoli fisici, magnetici, la luce, gli stimoli elettrostatici, agirebbero proprio stimolando le strutture implicate nella neurogenesi.
Le terapie di Neuromodulazione, rappresentano un’alternativa vantaggiosa alle classiche cure psicofarmacologiche. La stimolazione viene fornita da un semplice dispositivo in grado di erogare una corrente continua a bassa intensità applicato allo scalpo tramite due elettrodi per alcuni minuti, il tutto senza procurare dolore o fastidio al paziente, e questo con una buona percentuale di miglioramento dei stintomi. Le affezioni particolarmente sensibili al trattamento sono: depressione, diabete, obesità, post partum, autismo, psicosi, insonnia, tinnitus, Parkinson, cefalee, acufene e disturbo ossessivo compulsivo.
Ricordo brevemente che il disturbo ossessivo-compulsivo, fa parte della grande famiglia dei disturbi d’ansia e si contraddistingue per la presenza di persistenti ossessioni ovvero pensieri fissi disturbanti e compulsioni, cioè impulsi irrefrenabili di compiere azioni conseguenti a questi pensieri invasivi.

Buona visione

Elisa Sergi
https://it.wikipedia.org/wiki/Neuromodulazione
https://www.google.it/?gws_rd=ssl#q=neuromodulazione

Guarda anche

Disfunzione erettile

La disfunzione erettile, detta anche impotenza, viene definita, incapacità del soggetto di sesso maschile a …