mercoledì 20 settembre, 2017

SALUTE e BENESSERE – Elisa Sergi – Nuova specialità medica

Cari amici,
in questa puntata parleremo ancora di medicina predittiva, come nuovo approccio medico, in grado di poter intervenire su alcune patologie specifiche, che non hanno iniziato ancora il loro decorso, in paziente predisposti.
Essa si rivolge ad individui sani, ed ha come scopo la conservazione dello stato di salute. Mentre la medicina preventiva è basta sull’epidemiologia, applicata all’intera popolazione, la medicina predittiva è personalizzata, individuale. La chiave d’accesso di questa branca è l’accurata conoscenza del patrimonio genetico della persona. Mentre lo screening clinico permette la diagnosi precoce in individui già ammalati, seppur asintomatici, quello genetico permette di individuare soggetti clinicamente sani, ma suscettibili ad ammalarsi per una determinata condizione. L’importanza e l’innovazione  della medicina predittiva consiste  nel poter conoscere la suscettibilità individuale alle malattie, e di intervenire affinchè esse non si manifestino. Attualmente, non essendo ancora attuabile la terapia genica, con impossibilità di modificare il genotipo, l’unica strategia attuabile è l’azione sui fattori di rischio modificabili. Conoscendo infatti la predisposizione dell’individuo ad una determinata patologia, è potenzialmente facile allontanare il soggetto in causa da fattori acquisiti che potrebbero esprimere la malattia o peggiorarne il decorso, la prognosi ed il successo terapeutico. In misura diversa, possiamo anche avvicinare l’individuo a fattori protettivi. Oggi sono facilmente caratterizzabili alcuni polimorfismi, come per esempio nell’ambito dell’atero-trombosi, dell’infiammazione, dell’ipertensione e delle neoplasie, i test genetici per molti dei polimorfismi genici di potenziale utilità clinica non sono ancora praticabili, e questo rappresenta sicuramente un limite dell’attuale medicina predittiva. La medicina predittiva è dunque un approccio complesso, derivante dall’interazione tra tecnologie laboratoristiche, identificazione dei fattori di rischio, genetici e ambientali, al fine di delineare la storia clinica del soggetto e rallentarne e/o abolirne l’insorgenza e la progressione, suggerendo stili di vita e terapie personalizzate.

Buona visione

Elisa Sergi

https://www.facebook.com/ELISA-SERGI-psicologa-giornalista-pubblicista-51708698368/
https://elisasergi.wordpress.com
www.preventionandresearch.com Pu b lished on li ne 2 1 . Nov. 2 0 11 | P& R Pu b l ic .

Guarda anche

Elisa Sergi – Salute & Benessere – Staminali nelle lombalgie

Amci miei , nella puntata di oggi tratteremo la terapia della cosiddetta lombalgia, più comunemente …