venerdì 24 novembre, 2017

SALUTE e BENESSERE – Elisa Sergi – Complicanze in ortopedia

Cari Amici,
oggi parleremo di ortopedia, in special modo affronteremo il dibattito su alcune complicanze che possono sorgere nell’intervento chirurgico.
L’infezione è una complicanza i cui sintomi sono rappresentati da febbre, arrossamento e tumefazione in corrispondenza della zona in questione. Quella tremenda pulsazione tipica dell’infezione è causata da alcuni batteri come lo Stafilococco Aureo. Tale circostanza è favorita dalla presenza di patologie pre esistenti causanti una diminuzione delle difese immunitarie del paziente, magari in seguito ad un’altra patologia presente. Per questo motivo è di fondamnetale importanza prima del ricovero che il paziente segnali la presenza di eventuali ferite, infezioni delle vie urinarie, ascessi dentali o qualsiasi altro processo settico in grado di favorire la diffusione dell’infezione per via ematica.
Se l’infezione è diagnosticata precocemente ed è circoscritta alla cute ed al tessuto sottocutaneo, è sufficiente una terapia antibiotica mirata per eradicare l’infezione. Oltre all’infezione, vanno ricordate tra le complicanze, la trombosi venosa profonda e la trombo embolia polmonare, che a sua volta è la più grave conseguenza della trombosi.
Queste due patologie sono dovute all’immobilizzazione ed all’allettamento prolungato. Tali condizioni favoriscono la stasi venosa a livello delle vene profonde delle gambe con conseguente aumentato rischio di formazione di coaguli che, se raggiungono dimensioni significative, ostruiscono il passaggio del sangue nella vena. Questo fenomeno, è spesso asintomatico, provoca gonfiore, arrossamento, calore ed indolenzimento della zona interessata.
La grave complicanza si verifica quando un frammento del trombo, l’embolo, si stacca e trasportato dal sangue venoso, raggiunge il cuore e da qui i polmoni. Il polmone così, non ricevendo più un adeguato afflusso di sangue, può venire danneggiato in misura più o meno estesa con conseguente compromissione della funzionalità respiratoria. L’embolia polmonare è una patologia molto grave che espone il paziente a pericolo di vita e richiede un intervento medico immediato. I sintomi più comuni sono il dolore al petto e la difficoltà a respirare.
Il rischio di trombosi nella chirurgia ortopedica è alto a causa del tipo di intervento e dell’immobilità post operatoria.
Per limitare tale rischio, viene eseguita la profilassi antitrombotica con farmaci anti coagulanti.

Buona visione

Elisa Sergi

https://elisasergi.wordpress.com
https://www.facebook.com/ELISA-SERGI-psicologa-giornalista-pubblicista-51708698368/

Guarda anche

Disfunzione erettile

La disfunzione erettile, detta anche impotenza, viene definita, incapacità del soggetto di sesso maschile a …