mercoledì 20 giugno, 2018

La mamma perdona i bulli

Sono andati a chiedere scusa a suo figlio. I tre tredicenni che cinque giorni fa a Bagno a Ripoli hanno costretto un coetaneo con la sindrome di Down che gioca a calcio con loro a mangiare una focaccia inzuppata dall’acqua della doccia dello spogliatoio, sono pentiti. La madre del ragazzino vittima di bullismo vuole che il figlio superi presto quello che è successo ma anche che il caso serva da lezione. Anche per i suoi aspetti positivi.

Guarda anche

Maxi rissa, parla la vittima del pestaggio